CARICAMENTO

Seguimi

Quello che la gente vuole
5 ottobre 2013|Marketing Basic

Quello che la gente vuole

  Il Design è un argomento che mi ha accompagnato nella mia Laurea e sottotraccia in tutte le attività di marketing che ho contribuito a creare come libero professionista.

Che cosa vuol dire Design? Non è certo “disegno” come molti tendono a tradurre in modo semplicistico ed errato. Non è l’immagine che vedi qui vicino, anche se ti ho ingannato per avere la tua attenzione. Ecco, è importante chiarire questo punto prima di continuare a scrivere: design si traduce in “progettare”!

E progettare per la propria azienda vuol dire farla crescere, quindi.. permettergli di trovare più clienti che ne aumentino i fatturati! Se sei d’accordo su questo punto, ti aggiungo un articolo di Godin sull’argomento, che riporta una definizione di design: “creare un luogo, un sito o uno strumento che aiuti la persona a fare tutto quello che vuole fare”.

In realtà questo è solo un aspetto di quello che fa il design. Infatti, saranno pochi i casi in cui il designer (o l’azienda per cui lavora) progetta esattamente quello che il cliente ha in mente di fare da lì a poco. E’ molto più probabile che un designer si trovi a lavorare per far sì che il cliente voglia quello che l’azienda vuole.

Infatti, l’obiettivo è quello di creare un design – e un marketing – che individua esigenze e desideri a lungo termine del cliente i e lo aiuta a realizzare qualcosa di utile.

Non sto scrivendo solo di oggetti, bada bene, stò parlando del design delle idee, la vera fonte di cambiamento per un’azienda. Quindi ti scrivo anche della mia professione, che è essere un Marketing Designer al servizio degli imprenditori!

Alcuni esempi?

  • Una bottiglia di medicinali progettata bene, lo è perchè ti permette di ricordarti di prendere le medicine anche quando ti dimentichi o quando non avresti voglia di assumerle. Se non avesse questo scopo, allora anche un sacchetto di pezza andrebbe bene ugualmente.
  • Un sito web non sarebbe ben progettato (designed) se non invitasse i clienti a cliccare o se li facesse sbadigliare di noia. Invece deve condurli davanti all’offerta dell’azienda e possibilmente guidarlo nell’acquisto.
  • Oppure un aeroporto ben fatto deve incoraggiare i viaggiatori a non rallentare il cammino, a non per perdersi o distrarsi che, per quanto è quello che i clienti vogliono nel breve periodo, li porterebbe a perdere l’aereo.
  • Un bella copertina di un libro, dovrebbe invogliare qualcuno che non è disposto a comprare quel libro a prenderlo in mano improvvisamente e fare ciò che l’autore vuole dal lettore, ossia leggerlo!
  • Così delle buone le forbici per i bambini dovrebbero essere fantastiche per tagliare la carta e allo stesso tempo meno performanti nel tagliare la sorellina, questo indipendentemente da quanto il bambino vorrebbe!

Ci hai mai pensato? C’è un etica anche nel design, infatti è cattivo design far sì che le persone facciano qualcosa di cui si dovranno pentire in futuro. Questo è un errore! Un uso corretto del design, invece, è spingere o guidare le persone a fare qualcosa per cui dopo ti ringrazieranno! 

E’ anche per questo che progettare per ‘tutti e per qualsiasi cosa’ non solo è difficile, ma probabilmente anche dannoso. Certo, il designer viene assolto, tuttavia il suo agire diventa senza scopo nobile e senza generosità. Quindi vale poco sul mercato!

In definitiva, un grande marketing designer è colui che può rispondere facilmente alla domanda “che cosa vuole fare il cliente?“.

Che valore può avere anche per la tua azienda la risposta a questa domana?

Se vuoi conoscerla, contatta Gianni Vacca

Nessun commento
5 / 347
1 4 5 6 7