CARICAMENTO

Seguimi

4 motivi per cui dovresti considerare una video strategy per le tue attività di marketing
1 agosto 2020|Marketing Video

4 motivi per cui dovresti considerare una video strategy per le tue attività di marketing

4 motivi per cui dovresti considerare una video strategy per le tue attività di marketing

Quest’oggi parliamo di video strategy. Rilassante, divertente o educativo, accattivantee sempre nuovo, il contenuto video attira subito l’attenzione dell’utente.

Con lo strapotere acquistato da questo tipo di contenuto, è bene che brand e marketer si adattino ai tempi che cambiano e ai gusti dei consumatori. Col supporto di un blogpost letto su blog.hubspot.com, scopriamo i modi in cui la fruizione dei video sta cambiando le nostre abitudini – e come chi lavora nel marketing può approfittarne.

Non ci sono più dubbi, oramai: il 2020 è l’anno che ha consacrato il video come contenuto più amato e ricercato dagli utenti del web e dai consumatori. Dalle serie tv in streaming ai video su YouTube passando per gli eventi trasmessi in live, il formato video ha letteralmente invaso qualsiasi piattaforma diventando il più importante e influente di tutti.

Chi lavora nel marketing sa bene che incorporare una video strategy nella propria strategia di marketing è una possibilità in più di ottenere engagement, visibilità e, quindi, crescita. Scopri in questo articolo i modi in cui la fruizione dei video sta modificando le nostre abitudini – e cosa può fare chi lavora nel campo del marketing per trarne vantaggio.

Scarica EBook

  1. Agli utenti piacciono i video online prodotti dai brand.

In un passato non troppo lontano bastava cliccare su un sito web per conoscere le informazioni, cercare una recensione o una guida su un prodotto o un servizio. Ora, grazie al proliferare di contenuti video prodotti anche dagli stessi brand, i consumatori fanno affidamento su un modo veloce e facile di accedere a contenuti – spesso visibili sui social network, che sono le prime piattaforme dove avviene la ricerca.

Data la popolarità di queste ricerche, chi si occupa di marketing dovrebbe pensare a produrre dei video per il brand per cui lavora: gli utenti lo chiedono – o meglio, se lo aspettano. Tutorial, demo di prodotti, video recensioni sono i video più popolari del momento.

 

  1. I millennial e la Generazione Z “non sanno come farebbero a sopravvivere senza video.”

Un’affermazione forte, ma veritiera: è quanto emerge da un sondaggio condotto da YouTube. Secondo questo sondaggio, circa il 50% delle persone intervistateha affermato di “non poter vivere” senza fruire di video giornalmente. E non solo per l’intrattenimento: i millennial e la Gen Z usano i video anche per restare informati su ciò che accade nel mondo. Ciò detto, è evidente che gli esperti di marketing farebbero bene ad adottare strategie video mirate sui social network o su siti web frequentati da questa (grossa) fetta di popolazione.

 

  1. Chi guarda video vuole rilassarsi – ed evadere dalla vita quotidiana.

Tornando al sondaggio precedentemente citato, è stato chiesto agli utenti anche il motivo per cui essi passano del tempo a guardare i video. La maggior parte di essi ha risposto che lo fa per “rilassarsi e distendersi”. Il quarto posto è ugualmente interessante ed è occupato da “ il contenuto mi fa ridere”. Chi lavora nel marketing, quindi, deve sapere che i contenuti che crea non devono essere necessariamente solo comici, solo rilassanti o solo educativi: possono essere più cose messe insieme, intrattenendo piacevolmente chi guarda.

 

  1. Agli utenti non importa se hai un grosso budget.

Molti credono che per creare contenuti di qualità e che piacciano ci sia bisogno per forza di budget hollywoodiani e personaggi famosi. Non è assolutamente così e il 2020 è stato l’anno della conferma di ciò, perché la maggior parte dei marketer lavora da remoto.

Dal sondaggio di YouTube si evince che la presenza di attori famosi o produzioni di altissimo livello sono tra le ultime risposte, quando viene chiesto agli utenti  “Perché guardi video?”. I millennials e la Gen Z preferiscono di gran lunga i contenuti generati dagli utenti – molto più dei video professionali, che hanno alle spalle il lavoro di tante persone e mesi di pianificazione. Ciò potrebbe suggerire a chi fa marketing che una buona strategia video potrebbe coinvolgere gli utenti e i fan, e i contenuti da loro creati.

 

Cosa ne pensi di questo articolo? Vuoi scoprire in che modo il team di pLAYmARKETING può aiutarti a strutturare una Video Strategy vincente? Contattaci subito!

Nessun commento
Condividi
Chi Sono
Ciao! Il mio nome è Gianni. Sono un progettista di Marketing e questo è il mio blog.
Iscriviti alla Newsletter


Consenso Privacy

Unable to display Facebook posts.
Show error

Error: Error validating application. Application has been deleted.
Type: OAuthException
Code: 190
Please refer to our Error Message Reference.