CARICAMENTO

Seguimi

Virtual influencer: Il futuro del marketing?
15 novembre 2019|Marketing & ChinaMarketing Trend

Virtual influencer: Il futuro del marketing?

Virtual influencer: Il futuro del marketing?

Gli influencer ormai spopolano sul web …e se ti dicessimo che oggi esistono anche i virtual influencer , amati e di successo proprio come quelli in carne e ossa e, soprattutto, ricercatissimi dai brand (specie quelli di lusso)? Scopriamo insieme chi sono questi influencer virtuali, vere e proprie figure importanti nel mondo del marketing, e in che modo possono rappresentare il futuro dell’influencer marketing grazie al supporto di un articolo pubblicato sul sito jingdaily.com.

Fino a un paio di decenni fa nessuno avrebbe pensato che un personaggio digitale sarebbe stato tanto amato quanto una persona in carne ed ossa. Oggi, invece, a fare la concorrenza ai digital influencer tanto amati sui social network ci pensano gli influencer virtuali: realizzati grazie all’Intelligenza Artificiale e tecnologie similari, questi personaggi virtuali acquistano sempre più follower (e, di conseguenza, credibilità) e vengono addirittura scelti per presenziare in importanti campagne pubblicitarie. La caratteristica principale di questi personaggi completamente digitali è la “perfezione”: essi rispecchiano in tutto e per tutto le aspettative dell’utente medio dei social network, che predilige personaggi perfetti, con un’immagine patinata e quasi irreale.

Sono diverse e tutte molto ragionevoli le motivazioni che potrebbero spingere un brand o un’agenzia ad ingaggiare un influencer virtuale invece che uno in carne ed ossa. Innanzitutto, il personaggio virtuale è sempre disponibile e praticamente controllabile nella sua totalità; può essere modificato a piacimento, non ha gli alti e bassi di un essere umano e potenzialmente non può commettere errori.

Inoltre, se paragonato a personaggi del calibro di Kylie Jenner o Selena Gomez che arrivano a guadagnare anche 1 milione di dollari per post su Instagram, l’influencer virtuale è molto più “a buon mercato” e costerebbe al brand sensibilmente meno di tante web star.

Ma la caratteristica più interessante è che i personaggi virtuali non sono poi dei veri e propri influencer, ma piuttosto sono loro ad essere “influenzati” dai gusti, dalle richieste e dalle decisioni dei follower. Un vero e proprio ribaltamento di ruoli!

L’ascesa dei virtual influencer è stata veloce e di successo: brand di lusso come Balmain, Prada, Calvin Klein, Dior hanno subito pensato di produrre contenuti e campagne innovative utilizzando questi personaggi virtuali.

La domanda sorge spontanea: ce la faranno gli influencer virtuali a spodestare quelli in carne ed ossa? Da chi sarà popolato il futuro dell’influencer marketing: dai personaggi creati dall’AI o dagli esseri umani?

Per non perderti nemmeno una news del nostro blog, iscriviti alla newsletter di Playmarketing!
Newsletter pLAYmARKETING

Nessun commento
Condividi
Chi Sono
Ciao! Il mio nome è Gianni. Sono un progettista di Marketing e questo è il mio blog.
Iscriviti alla Newsletter


Consenso Privacy

Unable to display Facebook posts.
Show error

Error: Error validating application. Application has been deleted.
Type: OAuthException
Code: 190
Please refer to our Error Message Reference.