CARICAMENTO

Seguimi

Ghosting: quando il marketing sparisce
25 settembre 2019|Casi pratici di Marketing

Ghosting: quando il marketing sparisce

Ghosting: quando il marketing sparisce

Bentornati ad un nuovo appuntamento con gli aggiornamenti del blog di Playmarketing. Oggi ci rifacciamo ad un articolo letto su digiday.com che parla di brand e/o agenzie di comunicazione che fanno ghosting quando si tratta di definire o concludere progetti. Di cosa si tratta? Buona lettura!

Sempre più spesso accade che brand che vogliono realizzare progetti di marketing si diano alla macchia, così come accade che le agenzie che prendono in carico una prima stesura di idee per un progetto marketing spariscano all’improvviso. Questo fenomeno è definibile come ghosting: far prendere le proprie tracce al momento della definizione del progetto o dell’inizio della realizzazione del tutto. L’articolo a cui ci ispiriamo cita vari grossi nomi che si sono trovati da entrambe le parti. Perché ciò succede e come si può fare per evitarlo?

 

Se è vero che esiste una ragionevole tempistica dove il silenzio è il protagonista – vuol dire che, nella migliore delle ipotesi, dall’una e dall’altra parte si sta lavorando al meglio su un progetto – è anche vero che i tempi di risposta sono diventati sempre più lunghi. Sebbene la fase della contrattazione è, nel mondo aziendale, parte del “gioco”, non bisogna tirarla troppo per le lunghe.

Innanzitutto, il lavoro ha un costo: sia a livello puramente economico, sia perché i dipendenti si spendono molto per far sì che tutto funzioni: idee, realizzazioni, bilanci dei costi sono tutte variabili che possono portar via tanto tempo e un budget poco prevedibile. A seconda della grandezza e/o importanza delle agenzie o dei brand, i costi per una sola bozza di progetto possono arrivare a sfiorare migliaia e migliaia di euro – per non parlare della componente “umana” della questione. Le persone che lavorano a un progetto si appassionano a ciò che stanno facendo e, in caso di un annullamento o un nulla di fatto, potrebbero sentirsi stupide oppure non all’altezza della situazione. In ogni caso, sarebbe una sconfitta su più fronti.

 

E se si scompare perché non ci si è capiti? Non c’è bisogno di far perdere le proprie tracce: la chiarezza è uno dei primi punti sui quali concordare e, in caso di fraintendimenti, si può sempre fare un passo indietro e rivedere il progetto. Meglio ammettere un misunderstanding e rimboccarsi subito le mani che buttare all’aria un lavoro che ha il potenziale per essere migliorato!

 

La comunicazione è la chiave di tutto: parlare chiaramente, aggiornarsi costantemente sul progetto è un ottimo modo per non “perdersi” di vista e per rispettare il lavoro e il tempo di tutti.

Resta aggiornato sui nostri contenuti e iscriviti alla newsletter di pLAYmARKETING!

 
Newsletter pLAYmARKETING

Nessun commento
Condividi
Chi Sono
Ciao! Il mio nome è Gianni. Sono un progettista di Marketing e questo è il mio blog.
Iscriviti alla Newsletter


Consenso Privacy

Unable to display Facebook posts.
Show error

Error: Error validating application. Application has been deleted.
Type: OAuthException
Code: 190
Please refer to our Error Message Reference.