CARICAMENTO

Seguimi

Cina: Event Marketing con WeChat
19 giugno 2019|Marketing & China

Cina: Event Marketing con WeChat

Cina: Event Marketing con WeChat

Bentornati ad un nuovo appuntamento con le news di Playmarketing! L’articolo di oggi parla della Cina e di come i brand di lusso si organizzino per creare eventi straordinari nel paese, sempre più ago della bilancia del loro fatturato annuale.

Scopriamo insieme cosa c’entra WeChat, col supporto di un articolo letto su jingdaily.com.

 

I marchi di lusso hanno il compito di creare e vendere sogni, e cosa c’è di meglio che creare uno spazio dove i clienti possano immergersi totalmente nella storia di un brand? E come possono fare i brand a far sì che la loro storia rimanga impressa nelle menti dei clienti? Mini Program è un’app interna a WeChat che cattura l’attenzione di 1 miliardo di utenti al mese. È un tool che rompe le barriere di spazio e tempo, diventando uno spazio permanente dove i visitatori possono “fermarsi” quando vogliono.

La guida audio e il social sharing sono solo alcune delle funzioni che Mini Program offre per l’event marketing. Innanzitutto, vi si accede tramite lo stesso WeChat – ciò vuol dire che gli utenti non devono passare da un’app all’altra. L’integrazione tramite WeChat offre agli utenti la possibilità di condividere le news su un evento con i propri amici, leggere un post prodotto da un KOL (gli influencer orientali) che è presente all’evento, ricevere notifiche push sulle ultime news riguardanti l’evento. Durante lo svolgimento di quest’ultimo, gli user possono viverlo in modi diversi: attraverso l’ AR, la VR, gli streaming, le guide audio. Dopo l’evento, possono addirittura navigare e acquistare dei souvenir, utilizzando il servizio WeChat Pay.

Ecco tre esempi che spiegano l’impatto di Mini Program e che ci illustrano come sia stato utilizzato da tre top player del lusso: YSL, Louis Vuitton e Prada.

 

YSL — Beauty Hotel

Yves Saint Laurent, il famosissimo brand di lusso francese, ha lanciato il pop-up store in tema hotel allo Shanghai Modern Art Museum alla fine dello scorso anno. Il pop-up ha tutto lo stile sontuoso di YSL e del lifestyle che vuole da sempre vendere: nella “camera di hotel” creata c’era un letto king-size, una bellissima vasca, una stanza adibita a Spa con tutti i nuovi prodotti della linea skincare del brand. Oltre a questi tre ambienti, uno studio con postazioni make-up per offrire ai clienti l’esperienza coi make-up artist YSL, uno spazio eventi con feste e musica live. Prima dell’ evento, i visitatori potevano fare check-in su WeChat in anticipo rispetto agli altri, nonché leggere istruzioni per sbloccare stanze nascoste, giochi e altri extra.

 

Louis Vuitton — VVV trunk exhibition

La sfarzosa mostra di Louis Vuitton “The Art of Travel” è stata inaugurata allo Shangai Exhibition Center a novembre del 2018, dopo aver toccato città come Tokio, Seoul e New York. La mostra contiene più di 1600 oggetti selezionati dagli archivi del brand e presenta i prodotti in display a varie tematiche, dall’evoluzione dei trasporti (barca, automobile, treno, aereo) fino ad arrivare ad un range di differenti prospettive personali (scrittore, musicista, designer, celebrità). Rispetto ad altri brand, LV ha concentrato tantissime informazioni e funzioni all’interno del suo Mini Program. Prima dell’evento, WeChat risultava essere un punto obbligato dove fermarsi per raccogliere tutte le informazioni necessarie: orari di apertura, indirizzo, info per orientarsi, biglietti di ingresso. I visitatori, inoltre, tramite WeChat possono testare alcune funzioni interattive dedicate esclusivamente a loro.

 

Prada — Storytelling by Liu Ye

Prada ha presentato “Storytelling”, una mostra persona della pittrice cinese Liu Ye curata da  Udo Kittelmann, con il supporto della Fondazione Prada. In mostra dal 10 novembre 2018 al 20 gennaio 2019, è stata allestita presso il Rong Zhai, palazzo storico di Shangai che Prada ha ristrutturato e totalmente rinnovato nel corso del 2017.

La mostra raccoglieva il lavoro di Liu Ye attraverso una selezione di 30 dipinti creati dal 1992 in poi. Secondo Prada “Liu Ye esprime una immaginazione intima e sensuale, che nutre tramite risorse eterogenee e legate alla letteratura, alla storia dell’arte e alla cultura popolare sia occidentale che orientale”, creando quindi un punto di incontro per generare conversazioni tra cultura occidentale ed asiatica. Prima dell’evento, gli utenti di WeChat hanno avuto l’opportunità di registrarsi ad esso addirittura tramite un semplice codice QR. La pagina conteneva anche informazioni sulle opere esposte e uno spazio dedicato ai visitatori, all’interno del quale ognuno poteva esprimere le sue aspettative ed emozioni a riguardo.

Uno strumento straordinario, quindi, questo Mini Program – e, possiamo dirlo senza temere di essere smentiti, un  altro “colpaccio” messo a segno dal colosso WeChat. Cosa ne pensate di questo articolo? Esprimeteci la vostra opinione, contattate il team Playmarketing!

Iscriviti alla newsletter!

Nessun commento
Condividi
Chi Sono
Ciao! Il mio nome è Gianni. Sono un progettista di Marketing e questo è il mio blog.
Iscriviti alla Newsletter


Consenso Privacy

Unable to display Facebook posts.
Show error

Error: Error validating application. Application has been deleted.
Type: OAuthException
Code: 190
Please refer to our Error Message Reference.