CARICAMENTO

Seguimi

Perchè Twitter è ancora importante per il marketing
10 aprile 2019|Marketing Trend

Perchè Twitter è ancora importante per il marketing

Perchè Twitter è ancora importante per il marketing

Bentornati sul blog di Playmarketing!

Oggi parliamo di Twitter, il social (forse) più “bistrattato” tra gli altri. Colpa del limite di 140 caratteri per post? La verità è che Twitter è “attaccabile” solo per questa motivazione: la varietà e la qualità dei contenuti che ci si può trovare ha avuto un effetto positivo sugli utenti sin dalla sua nascita (nel lontano 2006).

Perché Twitter è importante per il marketing? Perché la possibilità di connettersi ad utenti potenzialmente interessati ai vostri prodotti e/o servizi è altissimo. Con una media di 330 milioni di utenti attivi al mese, questo canale social ha un potenziale inimmaginabile per i brand che cercano nuove opportunità.

Certo, pubblicare un “cinguettio” ogni tanto non vi aiuterà a raggiungere la vostra audience ideale. Dovrete essere costanti e creare una strategia per Twitter: i risultati positivi sono più che garantiti. Grazie al supporto di un articolo pubblicato su sproutsocial.com, lanciamoci alla scoperta del mondo di Twitter e delle possibilità che offre per chi si occupa di marketing!

 

  • Rivolgersi ad un pubblico mirato

Il numero eclatante di utenti mensili attivi è uno dei più grandi vantaggi di Twitter: permette ad un brand di rivolgersi a audience di nicchia – proprio quelle che potrebbero interessarsi più volentieri a voi e al vostro prodotto.

Targettizzare il pubblico su Twitter è molto diverso rispetto a Facebook: potrete pensare che sia meno complesso, ma in realtà offre opportunità enormi, proprio grazie a caratteristiche uniche di Twitter. La natura “aperta” della piattaforma aumenta il potenziale virale che può assumere un contenuto: anche con 100 follower, un retweet di un influencer o un personaggio famoso può permettervi di raggiungere milioni di utenti.

Quindi, mentre i vostri contenuti arrivano al target ideale, possono comunque avere una risonanza più ampia: farsi conoscere sarà semplice, con la velocità di un click.

 

  • Raggiungete immediatamente il vostro pubblico.

L’immediatezza di Twitter lavora anche come una piattaforma per attrarre clienti. Se avete qualcosa di nuovo da condividere coi followers, vi servite (solitamente) di un blog o di un sito web. Le informazioni veicolate tramite un articolo, però, possono impiegare un po’ di tempo per iniziare a circolare. Stesso discorso vale per strumenti come le newsletter e l’email marketing, la cui immediatezza non può essere verificata.

Con Twitter, invece, si può condividere un’idea, una notizia, un contenuto in una maniera velocissima e immediata: apparirà istantaneamente nel feed di tutti coloro che vi seguono e, da quel momento in poi, potrà essere condivisa potenzialmente da chiunque.

È proprio su questa forza che i brand possono contare: condividere contenuti, lanciare prodotti o aggiornamenti, mantenere il contatto coi clienti, fornire assistenza. Inoltre, Twitter permette di condividere dei video in diretta: potreste mostrare un evento al quale state partecipando, o che avete organizzato. Implementate i tweet live per aumentare l’interazione tra voi e gli utenti: i dati di engagement saliranno alle stelle.

 

  • Raggiungete velocemente i clienti

L’immediatezza di Twitter è cucita come un vestito perfetto per gestire il customer service. Le persone si aspettano che i brand monitorino Twitter con regolarità ed efficienza. E in effetti Twitter è un ottimo terreno per interagire coi clienti: secondo una ricerca recente, circa l’85% dei brand su Twitter offrono un servizio clienti agli utenti che pongono domande – sia tramite tweet che attraverso messaggi privati.

 

  • Chattate direttamente con il vostro audience

Quando si parla di interazione tra brand e clienti su piattaforme come Facebook, i più pensano che le risposte agli utenti debbano essere quanto più generalizzate possibile (in modo da essere utilizzate anche da chi cerca le stesse informazioni). Personalizzazione zero, quindi. Su Twitter, invece, le risposte, anche se pubbliche, vengono “nascoste” di default. Ciò dà agli utenti l’impressione che ogni interazione sia personalizzata e indirizzata personalmente a ciascuno di loro.

 

Per concludere…
Twitter continua ad essere uno strumento utilissimo, come dal giorno in cui è arrivato nelle nostre “vite” sul web. E’ proprio questa caratteristica, quella dell’utilità, a rendere Twitter un tool che crea engagement come pochi altri social su internet. C’è davvero tanto da guadagnare attuando una buona strategia su Twitter: il vostro brand acquisterà nuova linfa dagli utenti del social dell’uccellino azzurro.

 

Cosa ne pensate di Twitter? Lo utilizzate? Credete nelle sue potenzialità nel campo del marketing? Fateci sapere la vostra, contattate Playmarketing.

Nessun commento
Condividi
Chi Sono
Ciao! Il mio nome è Gianni. Sono un progettista di Marketing e questo è il mio blog.
Iscriviti alla Newsletter


Consenso Privacy

Unable to display Facebook posts.
Show error

Error: Error validating application. Application has been deleted.
Type: OAuthException
Code: 190
Please refer to our Error Message Reference.