CARICAMENTO

Seguimi

Realtà Aumentata condivisa: ecco i primi dispositivi
24 ottobre 2018|Augmented Reality

Realtà Aumentata condivisa: ecco i primi dispositivi

Realtà Aumentata condivisa: ecco i primi dispositivi

I produttori e gli innovatori più importanti delle tecnologie di Realtà Aumentata stanno pensando di cambiare il carattere “solitario” dell’esperienza AR e trovare nuove strade per utilizzare questo magnifico strumento tecnologico contemporaneamente da più persone.

Tutte le cose sono ancora più belle se condivise con le persone che amiamo – che si tratti di mangiare, andare ad un concerto, guardare una partita di calcio o sfidarsi al nostro videogame preferito.

Durante un’intervista con la testata Independent, il Chief Product Officer di Adobe, Scott Belsky, ha affermato: “Crediamo che la realtà aumentata sia l’unico, tra i nuovi media, a poter diventare più grande e potente del web”.

Effettivamente, anche nelle scorse settimane si è visto quello che può essere considerato il punto di svolta per questa interessantissima tecnologia. Durante entrambe le rispettive conferenze annuali, infatti, sia Google che Apple hanno annunciato nuovi strumenti che consentono i multi-user nelle esperienze AR – differenti dispositivi vedono lo stesso contenuto digitale nello stesso spazio, nello stesso momento. Google ha lanciato “Just a Line”, che mostra il suo potenziale come prima piattaforma che permette l’esperienza di Realtà Virtuale condivisa.

A giugno, invece, Apple ha annunciato un incredibile aggiornamento alla sua piattaforma – ARKit 2 – aggiungendo esperienze condivise presso la WWDC – World Wide Developers Conference. Inoltre, si sono aggiunte esperienze virtuali persistenti (e che possono essere legate ad una location specifica) così come l’identificazione di oggetti e il tracking delle immagini per rendere le app di realtà virtuale ancora più dinamiche – mentre continuano a dominare le piattaforme più importanti del mercato. Per mostrare i nuovi progressi, Apple ha offerto uno showcase in diretta grazie ad una partnership con Lego, permettendo a diversi device con iOS di vedere la stessa scena Lego in digitale su un tavolo, interagendo e modificando quello che anche gli altri user stavano guardando sul proprio schermo personale.

realtà aumentata condivisa

Queste novità apportate al mondo dell’AR aprono a infinite possibilità di interazione e partecipazione tra più utenti: più di 20 dispositivi saranno in grado di interagire e godere della stessa esperienza digitale simultaneamente ed essere immersi in uguali contenuti – cosa mai vista prima. A sua volta, questo processo si presterà naturalmente alla futura generazione del gaming potenziato dalla Realtà Virtuale, seguendo il successo planetario di Pokémon GO di qualche anno fa.

Ciò che siamo più curiosi di vedere saranno gli sviluppi e le collaborazioni tra aziende e team creativi: è una possibilità, quella dell’AR condivisa, che aprirà partnership interessanti, un ambiente stimolante, sviluppo e costante ridefinizione del settore.

Il costante miglioramento di questi strumenti renderà la Realtà Aumentata e le sue possibili future applicazioni enormemente accessibili. Con questa nuova possibilità di crescita siamo sicuri che, da qui a qualche anno, ci sarà un vero e proprio boom di esperienze in Realtà Aumentata accessibili a un gran numero di utenti.

Cosa ne pensi di questa innovazione? Se vuoi saperne di più, contatta il team Metalab360.

Nessun commento
Condividi
Chi Sono
Ciao! Il mio nome è Gianni. Sono un progettista di Marketing e questo è il mio blog.
Iscriviti alla Newsletter


Consenso Privacy

Unable to display Facebook posts.
Show error

Error: Error validating application. Application has been deleted.
Type: OAuthException
Code: 190
Please refer to our Error Message Reference.