CARICAMENTO

Seguimi

Conversational Marketing e il ritorno del contatto umano
21 settembre 2018|Marketing Trend

Conversational Marketing e il ritorno del contatto umano

Conversational Marketing e il ritorno del contatto umano

Che sia per chiedere un consiglio o anche solo un campioncino gratuito, la maggior parte di noi si affida, prima di un acquisto, ad una veloce ma proficua conversazione con un addetto alle vendite.

Secondo il magazine americano Forbes il contatto umano e una sana conversazione stanno vivendo una “seconda giovinezza” nonostante i tempi attuali caratterizzati dall’avvento del digitale. Mentre una pubblicità digitale può portare persone su un sito e fare di loro dei clienti occasionali (o molto meno), parlare al cliente, costruire con lui un rapporto è positivo e indice di un interesse reale a conoscere davvero il singolo. Questo tipo di rapporto necessita di un elemento fondamentale: la conversazione.

Porre l’enfasi sulla conversazione

Insomma, pare che sia proprio vero che le persone acquistino da altre persone. Ecco perché il conversational marketing sta tornando in auge: il contatto umano gioca un ruolo fondamentale. Queste strategie ruotano intorno all’ascolto del cliente e mirano ad aiutarlo a raggiungere il proprio obiettivo, offrendo utilità e consigli attraverso interazioni reali e genuine.

Non deve essere, però, solo un comportamento di facciata. Nell’era del web, il marketing basato sulla conversazione è uno dei requisiti base che un’azienda deve poter offrire ai clienti.

I visitatori web non sono solo un indirizzo IP, ma persone con dubbi, domande e problemi. Oggi, queste sono le stesse persone raggiungibili in più modi per essere aiutate. Rendetevi disponibili, quindi, a conversare con loro.

Conversational Marketing

Approcciate i clienti senza l’ossessione di vendere.

Il conversational marketing non è dati-dipendente ed è, per definizione, una modalità non ossessiva di vendere un prodotto. Ma ciò non significa che non ottenga ottimi risultati per quanto riguarda vendite e interesse nell’azienda. Il segreto di questo successo è semplice: rispondendo alle domande dei clienti in maniera diretta, li si rende più felici e soddisfatti.

 

Come possono fare le aziende moderne, quindi, a raggiungere grandi obiettivi? Iniziando la conversazione al loro interno – rivolgendosi anche ad esperti che possono dare consigli su come intavolare le conversazioni in maniera positiva e sana.

Adottare le strategie del conversational marketing richiede tempo, esercizio, preparazione ma soprattutto empatia e sensibilità. E l’obiettivo non deve necessariamente essere quello di vendere ad ogni costo – questo ricordatelo sempre!

Tutti possono adottare questo approccio: ciò che si deve fare è, semplicemente, ascoltare il cliente in maniera proattiva.

 

Voi cosa ne pensate di questo articolo? Fateci sapere la vostra contattando il team Playmarketing.

Nessun commento
Condividi
Chi Sono
Ciao! Il mio nome è Gianni. Sono un progettista di Marketing e questo è il mio blog.
Iscriviti alla Newsletter


Consenso Privacy

Unable to display Facebook posts.
Show error

Error: Error validating application. Application has been deleted.
Type: OAuthException
Code: 190
Please refer to our Error Message Reference.