CARICAMENTO

Seguimi

I nuovi Status Symbol in Cina
22 marzo 2017|Marketing Trend

I nuovi Status Symbol in Cina

I nuovi Status Symbol in Cina

Negli ultimi anni la Cina non ha fatto eccezione: quando si trattava di status symbol e di bisogno di una maggiore attenzione sociale, anche la maggior parte dei consumatori cinesi mirava principalmente ad acquistare abitazioni lussuose e ingombranti auto di marca da sfoggiare allo scopo di poter far meglio colpo sui propri pari.

Nonostante l’obiettivo sia rimasto immutato, le modalità per raggiungerlo e soprattutto i valori su cui fare leva sono cambiati (specie per i consumatori più giovani) e la crescente ascesa delle vendite dei più moderni e costosi prodotti digitali e soprattutto del loro uso per diffondere ed esibire le proprie attività sui Social ne sono una conseguenza lampante (iPhone e Apple Watch in primis).

Stando ad un nuovo report chiamato “Il Futuro della Cina” a cura dell’agenzia di comunicazione OMD China ed evidenziato da J.Rapp su Jingdaily.com, per la maggior parte dei consumatori sotto i 30 anni i più importanti status symbol sono rappresentati da tre principali fattori: prodotti digitali, attenzione ricevuta sui social e aspetto fisico.

Ciò suggerisce quindi come i grandi marchi dovranno riadattare rapidamente le proprie strategie marketing in modo da ricalibrarsi su quelli che sembrano i nuovi (apparenti) standard di felicità, ricchezza, lusso e successo in Cina, rendendo così i propri prodotti spendibili come “valuta sociale”.

Da questo punto di vista, Apple non ha certo perso tempo: quando ha lanciato il suo nuovo smartwatch in Cina, l’azienda californiana ha fatto tutto il possibile per soddisfare le aspettative della propria clientela più elitaria stringendo partnership con brand di lusso come Hermès al fine di infondere un’aura “cool” ad un prodotto altrimenti da geek.

Tuttavia, è importante sottolineare che non sia sufficiente il semplice possedere un articolo digitale trendy per poterlo spendere come valuta sociale: ciò che conta veramente sono le specifiche (e ben documentate) esperienze vissute con quel prodotto.

Le esperienze uniche alimentano già i social media (video, viaggi, feste, selfie, live broadcast) perché portano ai giovani l’attenzione sociale che cercano.

Nonostante questo tipo di attenzione sociale sia importante per meno del 10% dei consumatori totali, rimane comunque un fattore critico per moltissimi under 30 che desiderano evidenziare e far emergere le loro attività nei social.

Un esempio preso dal report:

L’anno scorso al Burning Man (un festival alternativo in Nevada, USA) una miliardaria cinese si è lamentata che erano intervenute troppe persone perché lei riuscisse a postare dei contenuti unici su WeChat.

 Cosa implica tutto questo per i brand che stanno cercando di raggiungere i consumatori cinesi nati a cavallo degli anni ’80.

Perché i brand abbiano successo devono essere in grado di fornire ai propri clienti delle esperienze uniche da sfoggiare e sbandierare. Sia che si tratti di imparare a realizzare degli sketch dagli esperti de L’Ecole Van Cleef & Arpels, identificare correttamente pietre preziose o viaggiare in Sud America per imparare i segreti della produzione della vicuña e del cashmere, le esperienze di lusso stanno diventando il nuovo status symbol per i ricchi in Cina. Prendendo come riferimento questa prospettiva in evoluzione di ciò che denota la ricchezza, è necessario che i grandi marchi inventino nuovi modi per far sentire “ricchi” i propri clienti.

Vale comunque la pena notare che per i consumatori moderni, i prodotti digitali sono comunque fattori minori quando si tratta di esibire la propria ricchezza, specie se comparati a ville e ad auto di lusso.

La categoria digitale si posiziona subito dietro agli articoli di gioielleria come simbolo di ricchezza, e in ogni caso solo il 20% degli intervistati identifica i gioielli come importanti status symbol.

Pare insomma che i brand di lusso tradizionali dovranno lavorare sodo ed impegnarsi a trovare nuovi metodi per guadagnare punti e visibilità con i giovani consumatori cinesi. E se anche tu sei alla ricerca di spunti per potenziare (o costruire) l’immagine della tua impresa in Cina, contatta Gianni Vacca!

Nessun commento
Condividi
Chi Sono
Ciao! Il mio nome è Gianni. Sono un progettista di Marketing e questo è il mio blog.
Iscriviti alla Newsletter


Consenso Privacy

Unable to display Facebook posts.
Show error

Error: Error validating application. Application has been deleted.
Type: OAuthException
Code: 190
Please refer to our Error Message Reference.