CARICAMENTO

Seguimi

Un metodo sicuro per realizzare i tuoi progetti
16 febbraio 2016|Marketing Basic

Un metodo sicuro per realizzare i tuoi progetti

Un metodo sicuro per realizzare i tuoi progetti

Breaking-news: è stato finalmente identificato uno dei più infami killer di redditività, progetti e carriere che negli ultimi 10 anni ha imperversato nel mondo del business,  complicando la vita agli imprenditori di tutto il globo.

Si tratta dell’infame tecnica dello “sparare, puntare, mirare” molto spesso utilizzata nella gestione di progetti sul Web, che di solito inizia con la tipica dichiarazione del tipo

Dobbiamo assolutamente mettere qualcosa online entro il 31 Agosto” oppure “Questo va lanciato prima del prossimo trimestre

Detto questo… sia chiaro che stabilire delle deadline per i progetti da realizzare nella tua impresa vada benissimo.

Il problema vero e proprio risiede nell’impuntarsi a decidere delle date particolarmente ambiziose per iniziative importanti e complesse senza definire prima gli obiettivi e i requisiti del progetto, e soprattutto senza un piano che giustifichi la sequenza dei vari passi da compiere.

Un approccio disciplinato alla pianificazione e all’esecuzione dei vari progetti è ciò che distingue i campioni.

Non averlo, è come dire ad un architetto che venga costruito un nuovo grattacielo nel centro di Manhattan entro la fine dell’anno, senza però averne chiaro lo scopo, il numero di piani, i materiali da usare e chi lo dovrà costruire.

Questa potrebbe essere la spiegazione del perché un numero che va dal 50% (Gartner) al 70% (InfoWorld) delle iniziative aziendali legate al mondo della tecnologia falliscono miseramente.

E’ un errore che vediamo ripetersi molto spesso anche in imprese che sotto ogni altro aspetto sono estremamente attente e di successo. E che quasi sempre è dovuto ad un’apparente necessità di urgenza.

 

IL MITO RICORRENTE DELLA “VELOCITA’ DEL WEB”

Il valore solitamente collegato alla cosiddetta “velocità del Web” (ovvero il “vantaggio della prima mossa”) è una delle più grandi illusioni dell’era di Internet. E, tra risorse sprecate e opportunità perdute, sta costando alle imprese milioni ogni anno.

La velocità può portare un vantaggio, questo è sicuro, ma non a discapito della qualità, del controllo e di altre occasioni di business. Ha però un valore estremamente limitato quando pur di ottenerla ti ritrovi ad aver lanciato un prodotto mediocre e allontanato i tuoi clienti.

E questo duro da mandar giù, anche perché a quel punto avrai fornito alla concorrenza una sorta di trampolino, e per giunta ben posizionato su un piatto d’argento.

La storia delle imprese è piena di aneddoti in cui concorrenti giunti sul mercato apparentemente in ritardo hanno scalzato i leader grazie al lancio di un prodotto più valido.

Basti pensare a come un migliore motore di ricerca ha permesso a Google di superare Yahoo!, o a come l’iPhone della Apple ha schiacciato Palm e, più recentemente, a come Hulu ha saltato Joost nell’ambito dei video online.

 

UN MONITO

Ecco un caso reale che illustra questo tipo di situazione, tratto da un articolo di modusagency.com.

Un’importante società di tecnologia aveva deciso di rinnovare la rete intranet aziendale, aggiungendo tutta una serie di complesse funzionalità aggiuntive, stabilendo che l’intero processo doveva essere completato entro 6 mesi.

Gli obiettivi e l’ambito del lavoro furono approssimativamente definiti, i rischi e la timeline dei singoli compiti non furono identificate, mentre il piano per giustificare la deadline non venne preso in considerazione neppure lontanamente.

In altre parole, nessuno sapeva cosa si stava cercando di realizzare, né come. Si sapeva solo che doveva essere fatto entro sei mesi. Vista la timeline a dir poco tirata, il team del progetto balzò direttamente all’implementazione.

E così, senza aver concordato su obiettivi e requisiti, il progetto si trasformò in una sorta di tiro alla fune tra i vari soggetti interessati. E man mano che veniva realizzato, diventava sempre più chiaro che non poteva essere completato nei 6 mesi previsti.

A quel punto, il team responsabile del progetto era costantemente sulla difensiva, resettando in continuazione le aspettative parti interessate e sforzandosi invano per cercare di rispettare i tempi previsti.

E alla fine, il progetto venne realizzato con oltre sei mesi di ritardo, completamente fuori dal budget e senza riuscire a soddisfare le aspettative.

Se hai esperienza con i progetti online, tutto ciò dovrebbe risultarti amaramente familiare. Per fortuna, però, si tratta di un epilogo del tutto evitabile.

 

LA SOLUZIONE ESISTE GIA’

Al giorno d’oggi, ciò che i concorrenti online di maggior successo hanno in comune è un approccio disciplinato e sequenziale al project planning il cui schema può essere così riassunto.

approccio project planning

Molto spesso i manager sentono di non potersi permette il lusso della pianificazione a causa del tempo che richiederebbe, e così decidono di buttarsi nei progetti di punto in bianco.

Nel caso anche tu fossi sottoposto a questo tipo di pressione, fai un respiro profondo e prova con questi provvedimenti:

  1. La strategia prima di tutto.
    Anche la migliore delle esecuzioni non è in grado di rimediare ad una strategia fallimentare, quindi comincia a pianificare ogni mossa sin dall’inizio per far sì che le tue idee siano solide e realizzabili prima di continuare.
  1. Procedi per singoli passi.
    Non devi far tutto in una volta. Con la giusta strategia dalla tua parte, puoi identificare e priorizzare le caratteristiche più importanti del tuo lavoro secondo fasi sequenziali. Ciò ti permetterà di raggiungere più rapidamente tutte le funzioni più importanti, per poi migliorare il tutto poco a poco.
  1. Resisti al richiamo della minimizzazione.
    La maggior parte dei progetti online iniziano sottostimando il lavoro da compiere. In questo modo, il tutto assume un aspetto meno intimidatorio… e mantiene budget e durata del progetto entro limiti molto rassicuranti. Tuttavia, in questo modo non si fa altro che spingere rischi e problemi a valle, dove poi ti attenderanno in massa…
  1. Insisti nel realizzare un piano.
    Se fornisci una deadline alla tua squadra, chiedi loro di convalidarla con un piano ancora prima che la inizino. Nel caso sia tu a subire la deadline, crea un piano per convalidarla. In assenza di un piano, non può esistere una reale data di lancio su cui fare affidamento.

 

LA TUA OPPORTUNITA’

Nell’era digitale, quasi qualunque cosa faccia potrà essere replicabile. L’unico modo per essere certo di poter ottenere costantemente successo è essere il migliore, non il primo.

Molti dei tuoi concorrenti stanno giocando secondo le regole dello “Sparare, puntare, mirare”.

E ciò può rappresentare per te un’opportunità enorme: dovrai solo aver il coraggio di afferrarla.

 

Hai bisogno di aiuto per realizzare un progetto per la tua impresa, o per potenziarne di esistenti con delle pratiche tecniche di Project Management? Fai un salto alla relativa sezione dedicata sul sito di osm1816, oppure contatta direttamente Gianni Vacca!

Nessun commento
Condividi
Chi Sono
Ciao! Il mio nome è Gianni. Sono un progettista di Marketing e questo è il mio blog.
Iscriviti alla Newsletter


Consenso Privacy

Unable to display Facebook posts.
Show error

Error: Error validating application. Application has been deleted.
Type: OAuthException
Code: 190
Please refer to our Error Message Reference.