CARICAMENTO

Seguimi

Oggi dove vado a fare shopping?
2 ottobre 2011|Marketing BasicMarketing TrendWeb Marketing

Oggi dove vado a fare shopping?

In questo articolo sono felice di ospitare Jessica Giummarra sul mio blog.  Jessica è una consulente aziendale di Open Source Management che opera in Lombardia, ed un’amica con cui abbiamo condiviso una ricerca della Human Highway sullo shopping al femminile in Italia.

La ricerca è stata fatta nel marzo del 2011, quindi attualissima per aiutare gli imprenditori a capire come trovare clienti. Inutile dirvi che se il vostro business è offrire prodotti o servizi ai clienti finali sono le donne a decidere… quindi mi ritiro io e lascio il topic a Jessica!

“Qvc ha condotto una ricerca on line su un campione di donne rappresentato da 8,4 milioni su territorio italiano, con queste caratteristiche in comune:

  • utenti internet e di età compresa tra 24 – 64 anni;
  • sesso femminile;
  • sensibile alla passione per lo shopping non solo per gli oggetti materiali, ma anche per acquisti legati allo svago;
  • sente il bisogno di soddisfare almeno una volta ogni due settimane questa esigenza.

Prima di tutto un dato interessante. La parola shopping viene associata a diversi concetti: tangibili quali scarpe, vestiti, borse, bellezza, saldi o ancora a sensazioni piacevoli come divertimento, relax, svago, allegria, libertà.

Ma quali sono gli oggetti principali che vengono ricercati? Vincono scarpe e vestiti – i prediletti da circa il 22% delle intervistate – ma anche accessori, prodotti per la bellezza e libri rimangono i classici dello shopping.

Negli ultimi anni, tuttavia, le donne comprano sempre più oggetti di elettronica e accessori per la casa, e sempre meno gioielli, bijoux, cd e musica, icone delle compere di una volta.

Cambiano le abitudini, e cambiano  i luoghi dove si fanno gli acquisti:  le donne annoiate dal solito centro commerciale (57,6% delle preferenze), dai negozi monomarca (40,8% delle preferenze) o dalla moda degli outlet (32,7% dei casi) ricercano oggi un luogo tutto nuovo per uno shopping rilassante sia nella forma che nel modo.

Si chiama piattaforma di commercializzazione di prodotti ed è accessibile solamente  tramite internet. E costituisce un 23% di preferenze in crescita!

La sua attività consiste nella promozione mediante attività di marketing e di comunicazione giornaliera di prodotti e servizi di esercizi commerciali, attraverso l’invio di newsletter periodiche ai propri utenti e la pubblicizzazione nei social network e blog, al fine di proporre la vendita di prodotti e servizi a prezzi promozionali attraverso il portale.

Le parole d’ordine sono dunque shopping on line, comodità e innovazione, consegne veloci e prezzi economici.

In questo contesto diventa anche fondamentale (oltre la qualità del servizio), l’assistenza di un personal shopper che sostituisce il “vecchio” commesso, in grado di dare consigli sui prodotti e di guidare nelle scelte in modo più efficiente.

Questo è un fenomeno in ascesa e vanta oltre 30 mila utenti tra Milano e Roma ed accedere è molto semplice previa inscrizione al sito (oggi si dividono il mercato circa 6 grandi gruppi di acquisto più popolari).

se ci pensi è la rivisitazione in chiave Terzo Millennio dei vecchi Gas, i Gruppi di Acquisto Solidali del ’94, i siti di e-coupon si basano su due presupposti: più si è a comprare,  meno si paga; tanto più un bene è geograficamente vicino all’acquirente, tanto meno gli costa.

Se un’offerta interessa è sufficiente procedere all’acquisto e attendere il raggiungimento del numero minimo di acquirenti richiesto affinché il deal, ossia l’affare, divenga effettivo.

Quando la soglia di compratori necessaria è raggiunta, l’utente riceve un e-mail con allegato un voucher generalmente in formato pdf. Il voucher contiene tutte le indicazioni del bene o servizio acquistato e un codice di sicurezza che ne attesta l’autenticità. E’ sufficiente stamparlo e presentarlo al fornitore per avvalersi dell’acquisto.

E se ricevi il messaggio “sei arrivato tardi!” non ti resta che cercare di non perdere quella successiva, cliccare e fare un buon affare!”

Beh, il messaggio credo sia semplice quanto chiaro: stai sfruttando le potenzialità di nuovi canali e modi di comunicazione? Perché il mercato evolve, sempre! Grazie mille Jessica!

Vuoi saperne di più? Contattami!

Nessun commento
Condividi
Chi Sono
Ciao! Il mio nome è Gianni. Sono un progettista di Marketing e questo è il mio blog.
Iscriviti alla Newsletter


Consenso Privacy

Unable to display Facebook posts.
Show error

Error: Error validating application. Application has been deleted.
Type: OAuthException
Code: 190
Please refer to our Error Message Reference.