CARICAMENTO

Seguimi

Un “vecchio” marketing torna di moda: Groupon!
17 giugno 2011|Marketing TrendWeb Marketing

Un “vecchio” marketing torna di moda: Groupon!

Questo topic di oggi ospita il Dott. Fabrizio Pedrazzini, il referente marketing di Open Source Management per la Lombardia. E’ come sempre un piacere ospitare su playmarketing professionisti al servizio dei clienti e discutere con loro di come evolve il mercato e di come oggi sia possibile trovare i clienti per le proprie aziende. In fondo il marketing non serve (anche) a questo?

Lascio il topic a Fabrizio che ha esplorato un argomento intrigante… groupon è realmente così innovativo? Fabrizio ha trovato in rete un interessante articolo di emarketer su questo tema… a lui la tastiera!

“Nel mercato americano, mentre ancora oggi molti coupon sono spillati al quotidiano della domenica, i coupon digitali stanno diventando una realtà sempre più importante. Una previsione di emarketer ci dice che nel 2011, quasi la metà di coloro che effettueranno acquisti su internet utilizzeranno i coupon digitali presso i negozi convenzionati. Questo costante sviluppo è supportato dalla facilità d’utilizzo e dalla grande disponibilità dei commercianti ad accettare i coupon digitali come nuova forma di scambio.

Secondo Jeffrey Grau, autore dell’articolo “Coupon to Groupon: New Channels for an Old Tradition”, questa caccia all’affare online è direttamente legata alla crescente fedeltà degli utenti nell’utilizzare internet per i propri acquisti o per le proprie ricerche e all’immensa popolarità dei siti come Groupon e LivingSocial.

È stato stimato che negli Stati Uniti sono più di 88 milioni gli adulti che quest’anno utilizzeranno almeno una volta i coupon digitali per i loro acquisti, di cui la maggior parte provengono da formule estremamente vantaggiose.

Secondo Morpace, nota società di ricerche di mercato, il 32,5% degli internauti hanno scaricato coupon digitali. In media, la clientela di Groupon ha un’età compresa tra i 18 e i 34 anni, possiede un reddito medio-alto, è sposata e risulta essere composta maggiormente da un pubblico femminile.

da notare come l’età di chi usa Groupon, piano a piano si sposterà “in alto”, come un analisi di Experian Hitwise ha dimostrato. Considerando solo gennaio 2011, infatti, le persone oltre i 55 anni erano il 37,5% degli utenti.

“Ad oggi i siti tipo groupon o LivingSocial di sicuro si legano alle piccole e medie imprese”, tuttavia Grau nella sua intervista fa notare come “anche i grandi marchi siano interessati. E infatti molti di loro hanno già iniziato a lanciare le offerte su internet”.

Ma c’è un’ottimo consiglio di Grau: prima di lanciarsi su questa strada, le aziende devono sapere che i “siti dell’offerta del giorno” e i costanti coupon online sono rivolti a specifici gruppi di persone e soddisfano bisogni altrettanto specifici. E spingono l’azienda a sposare un diverso “modello di business”.

Concretamente cosa significa? Significa che prima di tutto devi conoscere chi sono i tuoi clienti, e che cosa vogliono. E poi offrirglielo. Per avere successo, insomma, non dimenticare mai il concetto di “target“, anche quando “rispolveri” un vecchio strumento di marketing come il coupon!

Grazie per il tuo topic Fabrizio! Sono certo che è uno spunto interessantissimo per chi oggi vuole trovare clienti online!

Se vuoi saperne di più… contattami!

Nessun commento
Condividi
Chi Sono
Ciao! Il mio nome è Gianni. Sono un progettista di Marketing e questo è il mio blog.
Iscriviti alla Newsletter


Consenso Privacy

Unable to display Facebook posts.
Show error

Error: Error validating application. Application has been deleted.
Type: OAuthException
Code: 190
Please refer to our Error Message Reference.