CARICAMENTO

Seguimi

MARKETING EFFICACE: MARTELLO O CALAMITA?
24 aprile 2011|Casi pratici di MarketingMarketing BasicMarketing TrendWeb Marketing

MARKETING EFFICACE: MARTELLO O CALAMITA?

Ne ho parlato in un altro topic sul blog, tuttavia ho trovato delle note a cura di Rick Burnes e David Newmann. Che cosa è Inbound marketing e cosa Outbound marketing?

Partiamo dalla definizione: Inbound Marketing è il  marketing che si concentra su come l’azienda possa essere  trovata dai clienti.

 Questo a differenza del marketing tradizionale (outbound marketing) che è focalizzato su come l’azienda trova i clienti.

Vengono utilizzate tecniche per colpire e interrompere le persone nella loro normale attività. Chiamate a freddo, carta stampata, pubblicità in T.V. , email, fiere e spam in genere.

 Nel tempo, se la tecnologia da un lato ha reso più semplice questo processo di outbound, dall’altro l’ha reso anche più costoso. Ci sono leggi e strumenti per bloccare le telefonate, la TV è sempre più ‘on demand’, si sviluppano filtri anti spam per le email e lo sviluppo degli strumenti tipo RSS rende la pubblicità su PC sempre meno efficace.

È sempre possibile far passare un messaggio attraverso questi canali, ma costa di più!

Con l’inbound marketing si gira il punto di vista!

 Per esempio:

  •  invece di interrompere le persone con degli spot TV, si creano dei video che i clienti potenziali vogliano vedere.
  • Invece di comprare pagine di giornali per essere pubblicati, si crea un proprio blog a cui le persone si vogliono iscrivere e leggere.
  • Invece delle chiamate  a freddo, si creano strumenti utili alle persone, in modo che siano loro a chiamare per avere maggiori informazioni.
  • Invece di ripetere continuamente il messaggio su una folla di contatti ancora, ancora e ancora, si trovano clienti ‘qualificati’ per il proprio business.

In definitiva è come utilizzare una calamita al posto del martello:

Piccola nota importante: avete letto una imprecisione? L’outbound marketing NON è da usare “al posto di”, ma “in aggiunta di”. Se Ricordatevi i 5 canali per ripetere un messaggio!

Ma come creare un’azione di successo per trovare clienti con una campagna di Inbound marketing? Ci sono 3 elementi chiave:

  1. Contenuto: il contenuto è l’elemento fondante di ogni campagna di Inbound marketing. Sono le informazioni o gli strumenti utili ai potenziali clienti, in modo che siano attratti sul tuo sito o comunque a chiedere informazioni sulla tua azienda.
  2. Search Engine Optimization: (SEO!), per rendere più facile ai tuoi clienti potenziali trovare i tuoi contenuti. Si tratta in pratica di costruire un sito con diversi link in ingresso (inbound!) che rendano migliore il posizionamento sui motori di ricerca, il luogo in cui iniziano numerose scelte di acquisto.
  3. Social media: i social media amplificano l’impatto dei contenuti. Quando i tuoi  contenuti sono discussi e distributi nella rete, diventano più autentici e autorevoli. Questo porta clienti più qualificati ad avvicinarsi alla tua azienda.

 

Perchè una campagna marketing Inbound è utile adesso in un periodo di crisi?

Dato che l’economia tende a frenare, gli strumenti di marketing Inbound si distinguono proprio perchè più efficienti. Di certo richiedono più cervello che portafoglio!

E ci sono tre effetti positivi che è giusto evidenziare:

  1. Costano meno! Gli strumenti outbound marketing sono più costosi… comprare spazi pubblicitari, liste di nominativi o partecipare a fiere possono diventare dispendiosi. Un blog non costa nulla all’inizio. Un account su facebook o Twitter è gratuito. E questi strumenti, se ben utilizzati, possono portare migliaia di clienti al tuo sito. Insomma, il ROI di un’azione Inbound è migliore.
  2. E’ targhettizzato meglio! Le tecniche di chiamate a freddo, il mailing massivo o altre azioni sono notoriamente poco targhettizzabili. Si selezionano i clienti in base a uno o due criteri presenti nel database. E poi via (di spam?). Nelle campagne Inbound sono i clienti a qualificarsi da sè. Lo fanno dimostrando interesse nei tuoi contenuti, e quindi interesse per la tua azienda (e i tuoi servizi/prodotti)
  3. E’ un investimento, non una spesa senza fine. Quando scegli un’azione “pay-per-click” sui motori di ricerca, la paghi da subito. E per mantenere la posizione “in alto” in Google devi continuare a pagare. Tuttavia, investendo i soldi nella qualità dei contenuti, saranno gli stessi clienti a decretare un migliore posizionamento su Google!

Credo che la provocazione sia evidente: Outbound o Inboud? Meglio tutte e due!

Se vuoi saperne di più contattami!

Nessun commento
Condividi
Chi Sono
Ciao! Il mio nome è Gianni. Sono un progettista di Marketing e questo è il mio blog.
Iscriviti alla Newsletter


Consenso Privacy

Unable to display Facebook posts.
Show error

Error: Error validating application. Application has been deleted.
Type: OAuthException
Code: 190
Please refer to our Error Message Reference.